RICHIEDI INFO

Lago a Forni di Sopra

Incastonato tra le Dolomiti Friulane

||Lago a Forni di Sopra

Incastonato tra le Dolomiti Friulane, inserite, per la loro bellezza e unicità, nel Patrimonio Mondiale dell’Unesco, Forni di Sopra, uno dei borghi autentici d’Italia, è un paese che evoca fiabe lontane nel tempo, dove, l’incanto della natura incontaminata, richiama visitatori in ogni stagione dell’anno. A pochi chilometri, il lago a Forni di Sopra, il lago di Sauris, e un poco più distante quello di Braies, ne fanno un luogo privilegiato in cui gli amanti della natura possono immergersi nello splendido paesaggio e dove, molteplici, sono le attrazioni culturali, storiche ed enogastronomiche.

Sport e Natura

A Forni di Sopra la mutevolezza del paesaggio naturale permette, in ogni stagione, di vivere all’unisono con la natura e praticare diversi tipi di sport. Il silenzioso manto bianco dell’inverno rende Forni di Sopra un paesaggio fiabesco, in cui, nelle piste, mai troppo affollate, è possibile praticare sci di fondo e snowboard, godendo di vedute incantevoli. Forni di Sopra è il luogo ideale per le vacanze delle famiglie e le piste da sci sono pensate sia per i bambini e i principianti che per gli sciatori più arditi. In primavera, la natura si risveglia esplodendo in un tripudio di colori, in contrasto con le cime ancora innevate delle montagne più alte. In questo periodo si celebra la “Festa delle Erbe di Primavera” e la cucina tipica si arricchisce di erbe spontanee. In estate, tra una natura rigogliosa e intensa è possibile praticare tutti gli sport all’aria aperta; dal trekking alle passeggiate a cavallo o con la mountain bike tra boschi e radure, raggiungendo le malghe e i rifugi montani per gustare le numerose pietanze caratteristiche. Inoltre, a Luglio, come da tradizione, si svolge la “Marcia dell’Amicizia”, una manifestazione podistica su un percorso di circa 12 chilometri. I colori caldi e intensi della stagione autunnale rendono Forni di Sopra il luogo dove trascorrere una vacanza romantica e rilassante, in cui passeggiare tra i boschi odorosi e raccogliere i numerosi funghi che la natura offre, diventano momenti di assoluto contatto con la natura.

Storia e curiosità

Si racconta che gli abitanti di questa vallata, i Carno-Celti fossero maestri nel lavorare ogni tipo di metallo e trasformarlo in armi, attrezzi da lavoro e gioielli. Erano biondi, avevano il culto del dio Beleno e coltivavano l’orzo con cui facevano la birra. Il villaggio in cui abitavano si chiamava Forno, nessuno sa perché, o forse, poiché una lunga striscia, che sembrava cingere la valle come a proteggerla, al tramonto si colorava di rosa. Da qui, forse il nome Forno. Dopo tanti anni, questo villaggio, appartenne all’Abbazia di Reghena, in seguito alla famiglia dei Savorgnan e poi agli Asburgo. Il piccolo borgo di Forno di Sopra conserva a tutt’oggi tradizioni, leggende, storie, reperti storici, chiese e musei che ne testimoniano la grande ricchezza storico culturale.

I dintorni e il lago a Forni di Sopra

Il Lago a Forni di Sopra, lago artificiale di Sauris, si trova a circa 30 chilometri da Forni. Si presenta al visitatore come uno specchio verde turchese tra i monti. Pur essendo un lago artificiale regala suggestivi panorami e quando, in alcuni periodi, viene prosciugato, si possono osservare i resti del borgo su cui, negli anni quaranta, per motivi idroelettrici si costruì una diga che formò questo bacino artificiale. Oggi, il visitatore che si reca a Forni di Sopra non può fare a meno di raggiungere il lago di Sauris per ammirarne la bellezza, passeggiare nei boscosi dintorni e praticare sport acquatici. Un altro Forni di Sopra lago è il lago naturale di Braies. Incorniciato tra i monti, si trova ad un’altezza di circa 1400 metri e stupisce il visitatore con le sue acque blu cobalto, cristalline e profonde. Dista circa 80 chilometri da Forno di Sopra, ma è ben collegato con la statale pusterese.

2018-04-25T08:49:42+00:00